Regione Lombardia

Elezioni Regionali 2018

Ultima modifica 16 febbraio 2018

Delibeara assegnazione spazi elettorali Consiglio Regionale e Presidente della Regione

Domenica 4 marzo 2018 si terranno in Lombardia le elezioni regionali, con le quali i cittadini iscritti nelle liste elettorali dei comuni della Lombardia eleggeranno il nuovo Consiglio regionale e il Presidente della Regione.

I seggi elettorali saranno aperti dalle ore 7 alle 23.

Per poter votare, gli elettori dovranno presentarsi al seggio di riferimento con tessera elettorale e documento di riconoscimento valido.

Il Consiglio regionale e il Presidente della Regione sono eletti contestualmente, a suffragio universale e diretto, con voto personale, eguale, libero e segreto, attribuito a liste provinciali concorrenti ed a coalizioni regionali concorrenti, formate da uno o più gruppi di liste provinciali, ognuna collegata con un candidato alla carica di Presidente della Regione. Le procedure per la presentazione delle liste dei candidati alla carica di Consigliere regionale e dei candidati alla carica di Presidente della Regione sono indicate nel documento "Istruzioni per la presentazione e l'ammissione delle candidature" (link).

Le norme per l'elezione del Consiglio regionale e del Presidente della Regione sono contenute nella legge regionale n. 17 del 31 ottobre 2012 modificata dalla legge regionale n. 38 del 28 dicembre 2017.

Come si vota

La votazione per l'elezione del Presidente della Regione e del Consiglio regionale avviene su un'unica scheda. Ciascun elettore può, a scelta:

  • votare per un candidato alla carica di Presidente della Regione;
  • votare per un candidato alla carica di Presidente della Regione e per una delle liste a esso collegate, tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste;
  • votare per un candidato alla carica di Presidente della Regione e per una delle altre liste a esso non collegate, tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste (cosiddetto "voto disgiunto");
  • votare a favore solo di una lista; in tale caso il voto si intende espresso anche a favore del candidato Presidente della Regione a essa collegato.

L'elettore può esprimere fino a due voti di preferenza. Nel caso di espressione di due preferenze, esse devono riguardare candidati di sesso diverso della medesima lista. In caso contrario la seconda preferenza è annullata.

> Per saperne di più

Convocazione Comizi per elezione del Presidente e del Consiglio Regionale della Lombardia. 

Duplicato tessera elettorale

Chi non fosse più in possesso della tessera elettorale, può richiedere il duplicato all'ufficio elettorale negli orari di apertura al pubblico dei servizi Demografici. Raccomandiamo, soprattutto a chi nell'ultimo anno ha variato la residenza, di verificare che sia pervenuto l'adesivo con indicato il seggio di nuova competenza.
Coloro che, pur variando la residenza, non abbiano avuto tale adesivo, possono rivolgersi all'ufficio elettorale per ottenere il duplicato anche di quest'ultimo, affinché essi abbiano indicato sulla tessera il seggio corretto.

Dove si vota

Ogni cittadino che abbia diritto di voto si reca nella stessa sezione di altre consultazioni elettorali (se nel frattempo non abbia modificato la residenza), cioè quella indicata nella propria tessera elettorale. Tutti i seggi elettorali del Comune sono ubicati presso la Scuola Primaria, in Via Alessandro Pirovano n. 3, al piano terra.

Elettori non deambulanti

Quando la sede elettorale di sezione non sia accessibile mediante sedia a ruote, gli elettori non deambulanti, iscritti in quella sezione, possono esercitare il diritto di voto in altra sezione del Comune appositamente attrezzata, presentando la tessera elettorale con il timbro AVD o l'attestazione medica rilasciata dall'Azienda Socio Sanitaria Territoriale oppure il libretto di pensione d'invalidità Inps. L'accompagnatore deve esibire la dichiarazione per il voto assistito.

Diritto di voto nell'abitazione di dimora

In occasione delle elezioni politiche, possono essere ammessi al voto domiciliare

  • gli elettori affetti da gravi infermità che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano e
  • gli elettori cosiddetti "disabili intrasportabili" - elettori affetti da gravissime infermità - tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile, anche con l'ausilio del trasporto pubblico che i comuni organizzano in occasione di consultazioni per facilitare agli elettori disabili il raggiungimento del seggio elettorale.

Gli elettori interessati dovranno inviare, su modello gratuito qui disponibile oltre che presso il Servizio Demografico del Comune, la prescritta dichiarazione, nel periodo compreso fra il 40° ed il 20° giorno antecedente la data della votazione e cioè da martedì 23 gennaio 2018 a lunedì 12 febbraio 2018.

Alla dichiarazione devono essere allegate:

  • copia della tessera elettorale
  • un certificato medico rilasciato dal funzionario medico, designato dalla competente Agenzia di Tutela della Salute, in data non anteriore al quarantacinquesimo giorno antecedente la data della votazione, che attesti l'esistenza delle condizioni di infermità di cui al comma 1, art. 1, della legge 46/2009, con prognosi di almeno sessanta giorni decorrenti dalla data di rilascio del certificato, ovvero delle condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali.

Qui la circolare dell'Azienda Sanitaria Territoriale di Lecco sul voto assistito e sul voto domiciliare.

L'ufficio elettorale comunale è a disposizione per ulteriori chiarimenti.